stampa
Legislatura XVII

Proposta emendativa Ta.12.32. in Assemblea riferita al C. 2613-A

Proposta emendativa pubblicata nell'Allegato A della seduta del 11/02/2015  [ apri ]
(Testo alternativo del relatore di minoranza, Toninelli).

  Sostituirlo con il seguente:
  Art. 12. (Modifica dell'articolo 72 della Costituzione). – 1. L'articolo 72 della Costituzione è sostituito dal seguente:
  «Art. 72. – Ogni disegno di legge di cui all'articolo 70, presentato ad una Camera, è, secondo le norme del suo regolamento, esaminato da una Commissione e poi dalla Camera stessa, che l'approva articolo per articolo e con votazione finale.
  I regolamenti stabiliscono procedimenti abbreviati per i disegni di legge dei quali è dichiarata l'urgenza.
  Possono altresì stabilire in quali casi e forme l'esame e l'approvazione dei disegni di legge sono deferiti a Commissioni, anche permanenti, che, sono composte in modo da rispecchiare la proporzione dei gruppi parlamentari. Anche in tali casi, fino al momento della sua approvazione definitiva, il disegno di legge è rimesso all'Assemblea, se il Governo o un decimo dei componenti della Camera o un quinto della Commissione richiedono che sia discusso e votato dalla Camera stessa oppure che sia sottoposto alla sua approvazione finale con sole dichiarazioni di voto.
  Il regolamento determina le forme di pubblicità dei lavori delle Commissioni.
  La procedura normale di esame e di approvazione diretta da parte della Camera è sempre adottata per i disegni di legge in materia costituzionale ed elettorale, per quelli di delegazione legislativa, per quelli di conversione in legge di decreti, per quelli di autorizzazione a ratificare trattati internazionali e per quelli di approvazione di bilanci e consuntivi.
  Dopo l'approvazione, qualora ne facciano richiesta centomila elettori, è indetto referendum popolare confermativo sulle leggi aventi ad oggetto:
   a) le leggi costituzionali e le leggi di revisione costituzionale;
   b) i trattati internazionali che importino limitazioni di sovranità ai sensi dell'articolo 11;
   c) le leggi che disciplinano l'elezione dei membri della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica;
   d) le leggi sul finanziamento dei partiti e dell'attività politica.

  Hanno diritto di partecipare al referendum tutti i cittadini chiamati ad eleggere la Camera dei deputati. La proposta di legge soggetta a referendum può essere promulgata se è approvata con la maggioranza dei voti validamente espressi.

  La legge determina le modalità di attuazione del referendum».

Testo alternativo del relatore di minoranza