VI Commissione - Resoconto di mercoledý 1░ dicembre 2010


Pag. 70


INTERROGAZIONI A RISPOSTA IMMEDIATA

Mercoledì 1o dicembre 2010. - Presidenza del presidente Gianfranco CONTE. - Intervengono i sottosegretari di Stato per l'economia e le finanze Alberto Giorgetti e Sonia Viale.

La seduta comincia alle 13.45.

Gianfranco CONTE, presidente, ricorda che, ai sensi dell'articolo 135-ter, comma 5, del regolamento, la pubblicità delle sedute per lo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata è assicurata anche tramite la trasmissione attraverso l'impianto televisivo a circuito chiuso. Dispone, pertanto, l'attivazione del circuito.

5-03906 Fogliardi: Sospensione della possibilità di utilizzare in compensazione i crediti d'imposta maturati dalle imprese costruttrici o importatrici, relativi agli incentivi per la rottamazione dei veicoli inquinanti.

Giampaolo FOGLIARDI (PD), illustrando la propria interrogazione, rileva


Pag. 71

come l'Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 113/E del 27 ottobre 2010, abbia inopinatamente sospeso l'utilizzo dei codici tributo attraverso i quali era possibile effettuare, nel modello F24, la compensazione dei crediti d'imposta, maturati dalle imprese costruttrici o importatrici di veicoli nuovi, relativi agli incentivi per la rottamazione dei veicoli inquinanti, introdotti dall'articolo 1, comma 231, della legge n. 296 del 2006 e successivamente prorogati fino al 31 dicembre 2009.
In particolare, l'interrogazione mira a conoscere se tale sospensione rivesta carattere assolutamente temporaneo, motivato esclusivamente da fattori tecnici e se, pertanto, sarà revocata.
Sottolinea, quindi, come non possa ammettersi, nonostante le contingenti difficoltà del bilancio dello Stato, che la predetta sospensione arrechi gravi danni patrimoniali alle aziende del settore, in molti casi esposte per importi considerevoli, le quali si vedono sottratto da un provvedimento amministrativo un beneficio che era stato loro concesso dalla legge.

Il Sottosegretario Sonia VIALE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 1).

Giampaolo FOGLIARDI (PD), nel sottolineare come il provvedimento dell'Agenzia delle entrate abbia impedito alle aziende interessate di utilizzare la compensazione in coincidenza con le scadenze fiscali del mese di novembre, giudica rassicurante il tenore della risposta, la quale conferma che la sospensione della possibilità di compensazione sarà revocata, in tempi brevi, non appena l'Agenzia delle entrate avrà completato le verifiche relative alle anomalie riscontrate nell'utilizzo dei codici tributo connessi ai crediti di imposta.
Auspica quindi che il problema evidenziato dall'interrogazione possa essere risolto al più presto, consentendo ai contribuenti coinvolti di recuperare le somme di loro spettanza.

5-03907 Siliquini e Di Biagio: Regime fiscale agevolato dei panificatori agricoli.

Aldo DI BIAGIO (FLI) rinuncia ad illustrare l'interrogazione, di cui è cofirmatario.

Il Sottosegretario Sonia VIALE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 2).

Aldo DI BIAGIO (FLI), nel ringraziare il Sottosegretario per la risposta, nonché il Presidente Conte per la sensibilità dimostrata nei confronti di una questione particolarmente sentita dagli imprenditori artigiani operanti nel settore della panificazione, ritiene doveroso evidenziare, innanzitutto, come non si possa giustificare, in base alla considerazione che la produzione di pane da parte degli imprenditori agricoli del comparto cerealicolo è diventata usuale, la sottoposizione di questi ultimi a un regime fiscale più favorevole. Non ritiene inoltre che le esigenze di liberalizzazione di tale attività, perseguite dalla legge n. 248 del 2006, possano legittimare l'affermarsi di regole fiscali confuse ed arbitrarie in un settore già particolarmente complesso.
Ritiene quindi che, anche considerando legittimo riconoscere determinati sgravi a favore di chi opera nel comparto agricolo, occorra comunque considerare che la panificazione è un'attività di trasformazione secondaria, poiché il prodotto si ottiene dalla farina e non direttamente dal grano eventualmente coltivato dall'agricoltore. A rigor di logica, infatti, soltanto la farina, ottenuta attraverso la lavorazione del grano, dovrebbe essere considerata un prodotto di prima trasformazione e, in quanto tale, annoverata nell'ambito della trasformazione dei prodotti agricoli.
Auspica, pertanto, che il Ministero dell'economia e delle finanze e il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, vogliano congiuntamente procedere ad un approfondimento in tempi rapidi della questione oggetto dell'atto di sindacato ispettivo, al fine di eliminare le pesanti


Pag. 72

ineguaglianze fiscali determinate dalla normativa vigente, la quale apre la strada a furberie che potrebbero mettere in ginocchio l'intero settore della panificazione, fortemente vessato, oltre che da un prelievo tributario notevole, da una concorrenza sleale che, soprattutto nel Meridione, rischia di pregiudicare anche la qualità del prodotto.
Sottolinea, quindi, come gli artigiani panificatori, i quali fanno parte di un comparto economico che può essere considerato come uno dei capisaldi dell'apparato economico nazionale, meritino di godere di maggiore rispetto e di lavorare in condizioni ottimali, le quali non sarebbero certamente realizzate qualora si offrissero a taluni soggetti gli escamotage per pagare meno tasse, per abbassare i prezzi e per provocare, in tal modo, la chiusura delle botteghe e dei panifici tradizionali.

Gianfranco CONTE, presidente, ritiene che la questione oggetto dell'atto di sindacato ispettivo sia suscettibile di ulteriori approfondimenti, anche in considerazione delle argomentazioni, peraltro pienamente comprensibili, sviluppate dal deputato Di Biagio in sede di replica.

5-03908 Bernardo e Carlucci: Riammissione nei ruoli di Amministrazioni pubbliche del personale già appartenente all'Ente tabacchi italiani risultante in esubero a seguito di ristrutturazioni aziendali.

Gabriella CARLUCCI (PdL) rinuncia ad illustrare l'interrogazione, di cui è cofirmataria.

Il Sottosegretario Alberto GIORGETTI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 3).

Gabriella CARLUCCI (PdL) ritiene che il Sottosegretario, essendosi sostanzialmente limitato a confermare l'avvenuta attuazione degli adempimenti preordinati all'inquadramento del personale già appartenente all'Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato nei ruoli degli enti presso i quali presta attualmente servizio, non abbia fornito una compiuta risposta ai quesiti formulati nell'interrogazione.
In particolare, dal momento che non sono state ancora assegnate ai predetti enti le relative risorse finanziarie, come disposto dall'articolo 9, comma 25, del decreto-legge n. 78 del 2010, alcuni comuni, tra i quali quello di Margherita di Savoia, presso il quale dovrebbero essere inseriti in ruolo ventiquattro ex dipendenti dell'Ente tabacchi italiani, si trovano, a pochi mesi dal termine a partire dal quale dovrà essere applicata l'anzidetta previsione, in una condizione di grave incertezza e difficoltà, non disponendo, nella maggior parte dei casi, delle risorse necessarie a far fronte ai conseguenti, maggiori ed ingenti oneri di personale, determinando pertanto il concreto rischio di dover porre tali persone, e le loro famiglie, sul lastrico.

Il Sottosegretario Alberto GIORGETTI, ad integrazione della risposta, precisa che il Ministero dell'economia e delle finanze, dopo il perfezionamento delle procedure propedeutiche al trasferimento dei predetti lavoratori, si sta attualmente adoperando per individuare le risorse finanziarie da assegnare agli enti presso i quali gli stessi sono stati ricollocati, preannunciando che sopraggiungeranno, a breve, importanti novità in merito.

5-03909 Milo e Zeller: Fruizione della detrazione del 55 per cento delle spese per interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

Karl ZELLER (Misto-Min.ling.) rinuncia ad illustrare l'interrogazione, di cui è cofirmatario.

Il Sottosegretario Sonia VIALE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 4).

Karl ZELLER (Misto-Min.ling.) ringrazia il Sottosegretario e si dichiara soddisfatto della risposta, il cui contenuto si riserva di approfondire ulteriormente, nella misura in cui essa effettivamente


Pag. 73

confermi la possibilità di beneficiare della detrazione del 55 per cento, fino a concorrenza dell'importo massimo di 100.000 euro, ai sensi dell'articolo 1, comma 344, della legge n. 296 del 2006, per ciascun intervento di riqualificazione energetica effettuato sul medesimo immobile.

Gianfranco CONTE, presidente, dichiara concluso lo svolgimento delle interrogazioni all'ordine del giorno.

La seduta termina alle 14.10.

ATTI DEL GOVERNO

Mercoledì 1o dicembre 2010. - Presidenza del presidente Gianfranco CONTE.

La seduta comincia alle 14.15.

Proposta di nomina dell'onorevole Giuseppe Vegas a Presidente della Commissione nazionale per le società e la borsa (CONSOB).
Nomina n. 87.
(Esame, ai sensi dell'articolo 143, comma 4, del regolamento, e conclusione - Parere favorevole).

La Commissione inizia l'esame della proposta di nomina.

Maurizio BERNARDO (PdL), relatore, illustra il curriculum dell'onorevole Giuseppe Vegas, ricordando le significative esperienze accademiche e professionali del candidato, nonché gli importanti incarichi parlamentari e di Governo dallo stesso ricoperti, che lo rendono pienamente qualificato a rivestire l'importante carica cui è proposto.
Propone pertanto di esprimere parere favorevole.

Alberto FLUVI (PD) preannuncia l'astensione del proprio gruppo sulla proposta di nomina, precisando come tale posizione non derivi da un giudizio negativo sul merito del candidato, la cui qualità personale è indiscussa, ma intenda segnalare un dissenso di merito rispetto alle modalità con le quali il Governo ha operato, in primo luogo ritardando di circa cinque mesi la sostituzione del Presidente Cardia e, quindi, inserendo la proposta di nomina dell'onorevole Vegas in un complesso pacchetto di nomine che riguarda anche l'Autorità garante della concorrenza e del mercato nonché l'Autorità per l'energia elettrica e il gas.
Segnala inoltre come un ulteriore elemento di perplessità riguardi il fatto che non si hanno precedenti di un passaggio così rapido dai ranghi del Governo a quelli di un'Autorità di vigilanza, contraddicendo il principio della separazione tra autorità politica e autorità di vigilanza.

Aldo DI BIAGIO (FLI) sottolinea la qualità indiscutibile del candidato, lamentando tuttavia il ritardo con il quale il Governo ha provveduto alla sostituzione del Presidente della CONSOB.
Dichiara inoltre il voto favorevole del proprio gruppo sulla proposta di nomina.

Maurizio FUGATTI (LNP) preannuncia il voto favorevole del proprio gruppo sulla proposta di nomina.

Gianfranco CONTE, presidente, dà conto delle sostituzioni.
La Commissione procede alla votazione per scrutinio segreto sulla proposta di parere favorevole.
(Segue la votazione).

Gianfranco CONTE, presidente, comunica il risultato della votazione:
Presenti 31
Votanti 23
Astenuti 8
Maggioranza 12
Hanno votato 22
Hanno votato no 1

La Commissione approva.

Hanno preso parte alla votazione i deputati: Angelucci, Berardi, Bernardo, Cera,


Pag. 74

Comaroli, Conte Gianfranco, Del Tenno, Di Biagio, Dima, Fontana Vincenzo Antonio, Forcolin, Fugatti, Germanà, Messina, Milanese, Pagano, Pepe Antonio, Petrenga (in sostituzione di Leo), Pugliese, Savino, Soglia, Stasi (in sostituzione di Misuraca), Ventucci.

Si sono astenuti i deputati: Carella, Causi, Ceccuzzi, Fluvi, Fogliardi, Marchignoli, Piccolo, Strizzolo.

Proposta di nomina del consigliere Paolo Troiano a componente della Commissione nazionale per le società e la borsa (CONSOB).
Nomina n. 88.
(Esame, ai sensi dell'articolo 143, comma 4, del regolamento, e conclusione - Parere favorevole).

La Commissione inizia l'esame della proposta di nomina.

Maurizio BERNARDO (PdL), relatore, illustra il curriculum del consigliere Paolo Troiano, ricordando le significative esperienze accademiche e professionali del candidato, nonché gli importanti incarichi dallo stesso ricoperti presso la Presidenza del Consiglio nonché presso l'Autorità garante della concorrenza e del mercato, che lo rendono pienamente qualificato a rivestire la carica di componete della CONSOB.
Propone pertanto di esprimere parere favorevole.

Alberto FLUVI (PD) preannuncia l'astensione del proprio gruppo sulla proposta di nomina, richiamando le considerazioni già espresse relativamente alla proposta di nomina di Giuseppe Vegas alla Presidenza della CONSOB.

Aldo DI BIAGIO (FLI), nell'esprimere anche in questo caso la sua valutazione favorevole sul candidato, ribadisce le perplessità già espresse relativamente al ritardo con il quale il Governo ha provveduto al completamento della composizione della CONSOB.
Dichiara inoltre il voto favorevole del proprio gruppo sulla proposta di nomina.

Maurizio FUGATTI (LNP) preannuncia il voto favorevole del proprio gruppo sulla proposta di nomina.

Gianfranco CONTE, presidente, dà conto delle sostituzioni.
La Commissione procede alla votazione per scrutinio segreto sulla proposta di parere favorevole.
(Segue la votazione)

Gianfranco CONTE, presidente, comunica il risultato della votazione:
Presenti 31
Votanti 23
Astenuti 8
Maggioranza 12
Hanno votato 22
Hanno votato no 1

La Commissione approva.

Hanno preso parte alla votazione i deputati: Angelucci, Berardi, Bernardo, Cera, Comaroli, Conte Gianfranco, Del Tenno, Di Biagio, Dima, Fontana Vincenzo Antonio, Forcolin, Fugatti, Germanà, Messina, Milanese, Pagano, Pepe Antonio, Petrenga (in sostituzione di Leo), Pugliese, Savino, Soglia, Stasi (in sostituzione di Misuraca), Ventucci.

Si sono astenuti i deputati: Carella, Causi, Ceccuzzi, Fluvi, Fogliardi, Marchignoli, Piccolo, Strizzolo.

La seduta termina alle 14.40.