VIII Commissione - Resoconto di mercoledý 25 novembre 2009


Pag. 214


SEDE CONSULTIVA

Mercoledì 25 novembre 2009. - Presidenza del presidente Angelo ALESSANDRI.

La seduta comincia alle 9.05.

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria per l'anno 2010).
C. 2936 Governo, approvato dal Senato.

Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2010 e bilancio pluriennale per il triennio 2010-2012 e relativa nota di variazione.
C. 2937 Governo, approvato dal Senato e C. 2937-bis.

Tabella n. 2: Stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze per l'anno finanziario 2010 (limitatamente alle parti di competenza).

Tabella n. 9: Stato di previsione del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare per l'anno finanziario 2010.

Tabella n. 10: Stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per l'anno finanziario 2010 (limitatamente alle parti di competenza).
(Relazione alla V Commissione).
(Seguito dell'esame congiunto e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame congiunto, rinviato il 24 novembre 2009.

Raffaella MARIANI (PD) rileva come la manovra di bilancio e finanziaria all'esame evidenzia, per i settori di competenza della Commissione, una preoccupante contrazione di risorse nonostante l'importanza che le politiche ambientali ed infrastrutturali rivestono nel momento attuale anche ai fini di un rilancio del sistema economico e produttivo. Pensa, al riguardo, alle politiche inerenti la sostenibilità e l'attuazione del protocollo di Kyoto, per le quali sono state previste risorse irrisorie rispetto alle necessità richieste. Anche per quanto riguarda gli interventi per le bonifiche ambientali, ricorda come il Governo Prodi aveva originariamente previsto uno stanziamento di 3 miliardi di euro, poi distolti per interventi diversi, ritenendo estremamente importante un intervento di ripristino delle risorse iniziali. Per quanto riguarda gli interventi per favorire il risparmio energetico, richiama l'attenzione sulla necessità di rendere stabile la detrazione fiscale del 55 per cento per gli interventi di ristrutturazione edilizia al fine di dare certezza agli operatori del settore. Esprime, inoltre, preoccupazione sulla possibilità di portare avanti il programma di ricostruzione dei territori colpiti dal sisma in Abruzzo nell'ipotesi in cui non venissero previste nuove risorse finanziarie. Anche sulle politiche inerenti la difesa del suolo, nonostante sia stato deliberato dal CIPE lo stanziamento di un miliardo di euro a favore di tali interventi, occorre capire come tale decisione si concretizzerà, dal momento che nella manovra in esame non è previsto alcuno stanziamento particolare al riguardo. Per quanto riguarda il settore delle infrastrutture, esprime perplessità sui tagli effettuati nei confronti degli stanziamenti di competenza dell'Anas, anche perché tale riduzione potrebbe ripercuotersi sulla realizzabilità del Piano sulle infrastrutture. In merito alle politiche abitative, si assiste ad un taglio di 207 milioni di euro, nonostante siano stati fatti numerosi annunci sulla predisposizione di un Piano casa che preveda investimenti per


Pag. 215

l'edilizia residenziale pubblica; risulta, quindi, molto importante continuare il percorso intrapreso, considerato che a breve verrà a scadenza la proroga approvata dal Parlamento sugli sfratti in atto e non sarà possibile nuovamente fornire una risposta concreta a tale problema. Ritiene, poi, che alcune questioni, quali la messa in sicurezza degli edifici scolastici e l'incremento del fondo per l'edilizia carceraria, debbano essere poste al centro dell'attenzione del dibattito politico, senza dimenticare altre questioni che, seppur di carattere locale, quali la realizzabilità del secondo lotto della Pedemontana lombarda, rivestono un ruolo strategico per la dotazione infrastrutturale di cui il Paese abbisogna.

Angelo ALESSANDRI, presidente, rinvia il seguito dell'esame alla seduta convocata per le ore 14 della giornata odierna.

La seduta termina alle 9.20.

SEDE CONSULTIVA

Mercoledì 25 novembre 2009. - Presidenza del presidente Angelo ALESSANDRI. - Intervengono i sottosegretari di Stato per l'ambiente e la tutela del territorio e del mare, Roberto Menia, e per le infrastrutture e i trasporti Bartolomeo Giachino.

La seduta comincia alle 14.20.

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria per l'anno 2010).
C. 2936 Governo, approvato dal Senato.

Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2010 e bilancio pluriennale per il triennio 2010-2012 e relativa nota di variazione.
C. 2937 Governo, approvato dal Senato e C. 2937-bis.

Tabella n. 2: Stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze per l'anno finanziario 2010 (limitatamente alle parti di competenza).

Tabella n. 9: Stato di previsione del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare per l'anno finanziario 2010.

Tabella n. 10: Stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per l'anno finanziario 2010 (limitatamente alle parti di competenza).
(Relazione alla V Commissione).
(Seguito dell'esame congiunto e conclusione).

La Commissione prosegue l'esame congiunto, rinviato nella seduta odierna.

Angelo ALESSANDRI, presidente, avverte che sono stati presentati emendamenti riferiti alle disposizioni del disegno di legge finanziaria e del disegno di legge di bilancio, connesse alla Tabella n. 2, per la parti di competenza, alla Tabella n. 9 ed alla Tabella n. 10, per le parti di competenza.
Al riguardo ritiene anzitutto opportuno richiamare l'attenzione sul fatto che, se è vero che dal Senato è stato trasmesso un testo che reca talune disposizioni che non appaiono pienamente riconducibili al contenuto proprio della legge finanziaria, come definito dalle disposizioni di legge vigenti, sono in ogni caso da ritenersi ammissibili solo gli emendamenti attinenti a materie già presenti nel testo trasmesso alla Camera e che non risultino di natura microsettoriale e localistica.
Chiede, pertanto, ai presentatori degli emendamenti: Realacci 2936/VIII/2.1, relativo alla realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina; Margiotta 2936/VIII/2.3, relativo al completamento della ricostruzione post-terremoto del 1980 in Campania e Basilicata; Mariani 2936/VIII/2.5 e 2936/VIII/2.25, relativi alla realizzazione della Pedemontana Lombarda; Mariani 2936/VIII/2.6, in materia di edilizia giudiziaria; Realacci 2936/VIII/2.8, recante incentivi all'acquisto di elettrodomestici a basso consumo energetico; Motta 2936/VIII/2.11, a sostegno della mobilità ciclistica; Mariani 2936/VIII/2.18 e Realacci 2936/VIII/2.19, recanti proroga di incentivi per la rottamazione degli autoveicoli più


Pag. 216

inquinanti; Lovelli 2936/VIII/2.24, sulla bonifica del sito inquinato di Serravalle Scrivia; Cosenza 2936/VIII/2.26, sui depuratori in Campania; Di Biagio 2936/VIII/2.27 sulla produzione di energia da fonti rinnovabili; Vessa 2936/VIII/2.32, sulle Capitanerie di porto; Mariani 2936/VIII/2.33, sull'abbattimento di immobili abusivi; i quali presentano profili problematici in relazione alle nuove regole che disciplinano il contenuto proprio del disegno di legge finanziaria, se non intendano ritirare tali emendamenti per presentarli direttamente alla V Commissione (Bilancio), anche ai fini di una loro valutazione più compiuta sotto il profilo dei criteri di ammissibilità.
Fa presente, altresì, che è stato presentato un ordine del giorno riferito alla Tabella n. 9. Comunica, infine, che il relatore ha presentato le proposte di relazioni sulla Tabella n. 2, per le parti di competenza, sulla Tabella n. 9 e sulla Tabella n. 10, per le parti di competenza e che i gruppi del Partito democratico e dell'Italia dei valori hanno presentato, rispettivamente, due proposte di relazioni alternative, che si intendono riferite entrambe alla Tabella n. 9.
Avverte, quindi, che si passerà dapprima all'esame della Tabella n. 2, relativa al Ministero dell'economia e delle finanze, per le parti di competenza della VIII Commissione, e delle connesse parti del disegno di legge finanziaria.

Agostino GHIGLIA (PdL), relatore, esprime parere favorevole sugli emendamenti Mariani 2936/VIII/2.22, Tommaso Foti 2936/VIII/2.28 e Graziano 2936/VIII/2.29; invita al ritiro dell'emendamento Margiotta 2936/VIII/2.3; esprime parere contrario sui restanti emendamenti Mariani 2936/VIII/2.34 e Mariani 2936/VIII/Tab.C.2.

Il sottosegretario Roberto MENIA esprime parere conforme al relatore.

Salvatore MARGIOTTA (PD) ritira il suo emendamento 2936/VIII/2.3.

La Commissione approva, con distinte votazioni, gli emendamenti Mariani 2936/VIII/2.22, Tommaso Foti 2936/VIII/2.28 e Graziano 2936/VIII/2.29; respinge, quindi, con distinte votazioni gli emendamenti Mariani 2936/VIII/2.34 e Mariani 2936/VIII/Tab.C.2.

Angelo ALESSANDRI, presidente, avverte, quindi, che si passerà ora alla deliberazione sulla proposta di relazione riferita alla Tabella n. 2.

La Commissione approva la proposta di relazione del relatore. Delibera altresì di nominare, ai sensi dell'articolo 120, comma 3, del Regolamento, il deputato Ghiglia quale relatore presso la V Commissione, per l'esame della Tabella n. 2, relativa al Ministero dell'economia e delle finanze, e delle connesse parti del disegno di legge finanziaria, per le parti di competenza.

Angelo ALESSANDRI, presidente, avverte che si passerà ora all'esame della Tabella n. 9, relativa al Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio, e delle connesse parti del disegno di legge finanziaria.

Agostino GHIGLIA (PdL), relatore, esprime parere favorevole sugli emendamenti Mariani 2937/VIII/Tab.9.2, Mariani 2936/VIII/2.13 e Mariani 2936/VIII/2.31; invita al ritiro degli emendamenti Realacci 2936/VIII/2.8, Mariani 2936/VIII/2.18, Realacci 2936/VIII/2.19, Lovelli 2936/VIII/2.24, Cosenza 2936/VIII/2.26, Di Biagio 2936/VIII/2.27, Mariani 2936/VIII/2.33; esprime parere contrario sui restanti emendamenti Mariani 2937/VIII/9.1, Mariani 2937/VIII/9.3, Mariani 2937/VIII/9.4, Piffari 2937/VIII/9.5, Libè 2937/VIII/9.6, Libè 2937/VIII/9.7, Libè 2937/VIII/9.8, Libè 2937/VIII/9.9, Libè 2937/VIII/9.10, Mariani 2936/VIII/2.4, Mariani 2936/VIII/2.17, Mariani 2936/VIII/2.14, Mariani 2936/VIII/2.15 e Motta 2936/VIII/2.30.

Il sottosegretario Roberto MENIA esprime parere conforme al relatore.


Pag. 217

La Commissione respinge l'emendamento Mariani 2937/VIII/Tab.9.1; approva, quindi l'emendamento Mariani 2937/VIII/Tab.9.2; respinge, quindi, con distinte votazioni, gli emendamenti Mariani 2937/VIII/Tab.9.3, Mariani 2937/VIII/Tab.9.4, Piffari 2937/VIII/Tab.9.5, Libè 2937/VIII/Tab.9.6, Libè 2937/VIII/Tab.9.7, Libè 2937/VIII/Tab.9.8, Libè 2937/VIII/Tab.9.9, Libè 2937/VIII/Tab.9.10 e Mariani 2936/VIII/2.4.

Ermete REALACCI (PD) ritira il proprio emendamento 2936/VIII/2.8.

La Commissione approva, quindi, l'emendamento Mariani 2936/VIII/2.13; respinge gli emendamenti Mariani 2936/VIII/2.17, Mariani 2936/VIII/2.14 e Mariani 2936/VIII/2.15.

Raffaella MARIANI (PD) ritira il proprio emendamento 2936/VIII/2.18.

Ermete REALACCI (PD) ritira il proprio emendamento 2936/VIII/2.19 rammaricandosi comunque per il fatto che in tale sede non è stato possibile discutere delle misure riguardanti gli incentivi per l'acquisto di elettrodomestici a basso consumo energetico e la proroga degli incentivi per l'efficientamento energetico e per la messa in sicurezza dal rischio sismico degli edifici. Osserva, infatti, che su tali emendamenti c'è grande attesa da parte dei cittadini e degli operatori del settore. Dichiara, per questo, che porrà in essere tutte le iniziative possibili per ripresentare e porre in discussione tali emendamenti presso la Commissione di merito.

Mario LOVELLI (PD) ritira il proprio emendamento 2936/VIII/2.24.

Angelo ALESSANDRI, presidente, constata l'assenza del presentatore dell'emendamento Cosenza 2936/VIII/2.26, ritiene che si intende che vi abbia rinunciato.

Aldo DI BIAGIO (PdL) ritira il proprio emendamento 2936/VIII/2.27.

La Commissione respinge, quindi, l'emendamento Motta 2936/VIII/2.30; approva l'emendamento Mariani 2936/VIII/2.31.

Raffaella MARIANI (PD) ritira il proprio emendamento 2936/VIII/2.33.

Angelo ALESSANDRI, presidente, constata l'assenza del presentatore dell'ordine del giorno Cosenza 0/2936/VIII/1, ritiene che si intende che vi abbia rinunciato. Avverte, quindi, che si passerà ora alla deliberazione sulla proposta di relazione riferita alla Tabella n. 9.

La Commissione approva la proposta di relazione del relatore.
La Commissione delibera, quindi, di nominare, ai sensi dell'articolo 120, comma 3, del Regolamento, il deputato Ghiglia quale relatore presso la V Commissione, per l'esame della Tabella n. 9, relativa al Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, e delle connesse parti del disegno di legge finanziaria.

Angelo ALESSANDRI, presidente, avverte che risultano pertanto precluse le proposte di relazione alternativa relative alla Tabella n. 9.
Avverte, quindi, che si passerà ora all'esame della Tabella n. 10, relativa al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, e delle connesse parti del disegno di legge finanziaria, per le parti di competenza.

Agostino GHIGLIA (PdL), relatore, esprime parere favorevole sul proprio emendamento 2937/VIII/10.1; invita i presentatori al ritiro degli emendamenti Realacci 2936/VIII/2.1, Mariani 2936/VIII/2.5, Mariani 2936/VIII/2.25, Mariani 2936/VIII/2.6, Motta 2936/VIII/2.11, Vessa 2936/VIII/2.32; esprime parere contrario sui restanti emendamenti Libè 2937/VIII/Tab.10.1, Compagnon 2937/VIII/Tab.10.2, Vessa 2937/VIII/Tab.10.3, Libè 2937/VIII/Tab.10.4, Compagnon 2937/VIII/Tab.10.5, Compagnon 2937/VIII/Tab.10.6, Compagnon 2937/VIII/Tab.10.7,


Pag. 218

Compagnon 2937/VIII/Tab.10.8, Compagnon 2937/VIII/Tab.10.9, Iannuzzi 2936/VIII/2.2, Mariani 2936/VIII/2.7, Mariani 2936/VIII/2.9, Realacci 2936/VIII/2.10, Mariani 2936/VIII/2.12, Mariani 2936/VIII/2.16, Mariani 2936/VIII/2.20, Mariani 2936/VIII/2.21, Margiotta 2936/VIII/2.23, Mariani 2936/VIII/2.35, Braga 2936/VIII/Tab.C.1.

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO esprime parere conforme al relatore.

La Commissione approva, quindi, l'emendamento 2937/VIII/10.1 del relatore; respinge con distinte votazioni, gli emendamenti Libè 2937/VIII/Tab.10.1 e Compagnon 2937/VIII/Tab.10.2.

Angelo ALESSANDRI, presidente, constata l'assenza del presentatore dell'emendamento Vessa 2937/VIII/Tab.10.3, ritiene che si intende che vi abbia rinunciato.

La Commissione respinge, quindi, con distinte votazioni, gli emendamenti Libè 2937/VIII/Tab.10.4, Compagnon 2937/VIII/Tab.10.5, Compagnon 2937/VIII/Tab.10.6, Compagnon 2937/VIII/Tab.10.7, Compagnon 2937/VIII/Tab.10.8 e Compagnon 2937/VIII/Tab.10.9.

Ermete REALACCI (PD) ritira il proprio emendamento 2936/VIII/2.1.

Tino IANNUZZI (PD) raccomanda l'approvazione del proprio emendamento 2936/VIII/2.2 richiamando l'attenzione della maggioranza sulla sperimentata efficacia delle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie, che sono state nel corso degli anni utilizzate da oltre 3,5 milioni di cittadini. Al riguardo, osserva che il proprio emendamento mira ad estendere la portata di tali agevolazioni, ripristinando peraltro il limite di 78 mila euro originariamente fissato dal Governo Prodi, allo scopo di renderle concretamente utilizzabili anche per le ristrutturazioni delle parti comuni degli edifici.

La Commissione respinge l'emendamento Iannuzzi 2936/VIII/2.2.

Daniele MARANTELLI (PD) in relazione agli emendamenti Mariani 2936/VIII/2.5 e 2936/VIII/2.25 sottolinea, anche ai fini di una valutazione da parte della Commissione Bilancio, l'importanza dell'intervento previsto dagli emendamenti in esame.

Raffaella MARIANI (PD) ritira i propri emendamenti 2936/VIII/2.5, 2936/VIII/2.25 e 2936/VIII/2.6.

La Commissione respinge, quindi, con distinte votazioni, gli emendamenti Mariani 2936/VIII/2.7, Mariani 2936/VIII/2.9, nonché Realacci 2936/VIII/2.10.

Carmen MOTTA (PD) ritira il proprio emendamento 2936/VIII/2.11.

La Commissione respinge, quindi, con distinte votazioni, gli emendamenti Mariani 2936/VIII/2.12, Mariani 2936/VIII/2.16, Mariani 2936/VIII/2.20, Mariani 2936/VIII/2.21 e Margiotta 2936/VIII/2.23.

Angelo ALESSANDRI, presidente, constata l'assenza del presentatore dell'emendamento Vessa 2936/VIII/2.32, ritiene che si intende che vi abbia rinunciato.

La Commissione respinge, quindi, con distinte votazioni, gli emendamenti Mariani 2936/VIII/2.35 Braga 2936/VIII/Tab.C.1.
La Commissione approva la proposta di relazione del relatore.
La Commissione delibera, quindi, di nominare, ai sensi dell'articolo 120, comma 3, del Regolamento, il deputato Ghiglia quale relatore presso la V Commissione, per l'esame della Tabella n. 10, relativa al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, e delle connesse parti del disegno di legge finanziaria, per le parti di competenza.

Angelo ALESSANDRI, presidente, avverte che le relazioni approvate dalla


Pag. 219

Commissione - unitamente agli emendamenti e agli ordini del giorno approvati - saranno trasmesse, ai sensi dell'articolo 120 del Regolamento, alla V Commissione (Bilancio).

Disposizioni per la tutela e la commercializzazione di prodotti italiani.
Nuovo testo C. 2624 Reguzzoni e abbinate.
(Parere alla X Commissione).
(Seguito dell'esame e conclusione - Parere favorevole con osservazione).

La Commissione prosegue l'esame rinviato il 24 novembre 2009.

Renato Walter TOGNI (LNP), relatore, illustra la proposta di parere formulata (vedi allegato 4) che tiene conto dei rilievi formulati nella seduta di ieri dal deputato Bratti.

Ermete REALACCI (PD) chiede al relatore se non è possibile inserire nella proposta di parere due precisazioni in ordine all'opportunità che i controlli debbano aver riguardo prevalentemente al rispetto degli standard ambientali e che gli stessi controlli abbiano luogo anche nei confronti di merci transitanti da altri punti di ingresso dell'Unione.

Renato Walter TOGNI (LNP), relatore, accogliendo i rilievi formulati dal deputato Realacci, riformula la proposta di parere (vedi allegato 5).

La Commissione approva, quindi, la proposta di parere come riformulata dal relatore.

Interventi per agevolare la libera imprenditorialità e per il sostegno del reddito.
Nuovo testo C. 2424 Antonino Foti.
(Parere alla XI Commissione).
(Seguito dell'esame e conclusione - Parere favorevole con condizione).

La Commissione prosegue l'esame rinviato il 10 novembre 2009.

Tommaso FOTI (PdL) , relatore, illustra la proposta di parere formulata (vedi allegato 6).

Raffaella MARIANI (PD) esprime il proprio apprezzamento sulla proposta di parere formulata dal relatore annunciando il voto favorevole del gruppo del Partito democratico.

La Commissione approva, quindi, la proposta di parere formulata dal relatore.

Sull'ordine dei lavori della Commissione.

Franco STRADELLA (PdL) intervenendo per una precisazione, rileva che un'attenta lettura della proposta di legge n. 2800 - già assegnata in sede referente alla VII Commissione e oggetto di un conflitto di competenza da parte della VIII Commissione che si è risolto con la conferma dell'assegnazione originale - rende evidente, a suo avviso, che essa interviene in modo rilevante sui capisaldi della legislazione in materia di appalti e, ancor più, su quelli della legislazione in materia di urbanistica, che dovrebbero essere al centro dell'azione della VIII Commissione.
Invita pertanto, la presidenza della Commissione a valutare l'opportunità di sottoporre all'Ufficio di presidenza la questione, al fine di adottare le opportune iniziative.

Raffaella MARIANI (PD) condivide quanto rilevato dal deputato Stradella, ritenendo che la proposta da lui avanzata risulti ancor più opportuna alla luce dell'evolversi dell'ordinamento e delle competenze dei vari dicasteri, nonché del fatto che la VIII Commissione sta attualmente esaminando numerose proposte di legge di riforma della legge urbanistica vigente, il cui esame risulta strettamente connesso alle tematiche affrontate con la proposta di legge C. 2800, assegnata in sede referente alla VII Commissione.


Pag. 220

Angelo ALESSANDRI, presidente, nel richiamare gli elementi che hanno caratterizzato la vicenda in questione, si riserva di sottoporre all'Ufficio di presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi, la richiesta avanzata dai deputati Stradella e Mariani, anche al fine di valutare l'opportunità di rappresentare nelle sedi opportune l'esigenza di una riflessione generale sulle competenze assegnate all'VIII Commissione rispetto alle altre Commissioni.

La seduta termina alle 15.10.

AUDIZIONI

Mercoledì 25 novembre 2009. - Presidenza del presidente Angelo ALESSANDRI. - Interviene il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, Stefania Prestigiacomo.

La seduta comincia alle 15.10.

Audizione del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, Stefania Prestigiacomo, in tema di politiche inerenti i cambiamenti climatici, la difesa del suolo, la gestione del ciclo dei rifiuti nelle aree a rischio di emergenza, la riorganizzazione dell'ISPRA e la revisione del codice ambientale.
(Seguito dello svolgimento, ai sensi dell'articolo 143, comma 2, del Regolamento, e rinvio).

Angelo ALESSANDRI, presidente, avverte che la pubblicità dei lavori della seduta odierna sia assicurata mediante l'attivazione di impianti audiovisivi a circuito chiuso, nonché mediante la trasmissione televisiva sul canale satellitare della Camera dei deputati.
Non essendovi obiezioni, ne dispone l'attivazione.
Introduce, quindi, i temi dell'audizione.

Intervengono per formulare quesiti ed osservazioni i deputati Salvatore MARGIOTTA (PD), Mauro LIBÈ (UdC), Elisabetta ZAMPARUTTI (PD), Ermete REALACCI (PD), Raffaella MARIANI (PD), Carmen MOTTA (PD), Domenico SCILIPOTI (IdV), Tommaso FOTI (PdL), Francesco NUCARA (Misto-RRP), Renato Walter TOGNI (LNP), Agostino GHIGLIA (PdL), Giuseppe SCALERA (PdL) e Roberto TORTOLI (PdL).

Il Ministro Stefania PRESTIGIACOMO svolge alcune considerazioni sui temi oggetto dell'audizione

Angelo ALESSANDRI, presidente, ringrazia il Ministro e rinvia il seguito dell'audizione ad altra seduta.

La seduta termina alle 16.25.

N.B.: Il resoconto stenografico dell'audizione è pubblicato in un fascicolo a parte.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

Mercoledì 25 novembre 2009.

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 16.45 alle 17.