IX Commissione - Resoconto di mercoledý 20 maggio 2009


Pag. 81

SEDE REFERENTE

Mercoledì 20 maggio 2009. - Presidenza del presidente Mario VALDUCCI. - Interviene il sottosegretario di Stato per le infrastrutture e i trasporti Bartolomeo Giachino.

La seduta comincia alle 9.25.

Disposizioni in materia di sicurezza stradale.
C. 44 Zeller, C. 419 Contento, C. 471 Anna Teresa Formisano, C. 649 Meta, C. 772 Carlucci, C. 844 Lulli, C. 965 Conte, C. 1075 Velo, C. 1101 Boffa, C. 1190 Velo, C. 1469 Vannucci, C. 1488 Lorenzin, C. 1717 Moffa, C. 1737 Minasso, C. 1766 Giammanco, C. 1998 Guido Dussin, C. 2177 Cosenza, C. 2299 Barbieri, C. 2322 Consiglio regionale del Veneto, C. 2349 Consiglio regionale del Veneto e C. 2406 Stasi.
(Seguito dell'esame del testo unificato e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 19 maggio 2009.

Mario VALDUCCI, presidente, avverte che hanno espresso parere sul testo unificato, come risultante dagli emendamenti approvati dalla IX Commissione nel corso dell'esame in sede referente, anche le Commissioni V (Bilancio), VI (Finanze) e


Pag. 82

XII (Affari sociali). Rileva che la Commissione Bilancio ha espresso parere favorevole con condizioni volte a garantire il rispetto dell'articolo 81, quarto comma, della Costituzione. La Commissione Finanze e la Commissione Affari sociali hanno espresso parere favorevole formulando, ciascuna, un'osservazione. Avverte altresì che il relatore, onorevole Moffa, ha presentato alcuni emendamenti volti a recepire gli ulteriori pareri pervenuti, e , in particolare, le condizioni formulate dalla Commissione Bilancio.

Silvano MOFFA (PdL) relatore, fa presente che l'emendamento 5.7 (vedi allegato 1) recepisce un intervento di coordinamento suggerito dal collega Lovelli, in modo da rendere coerenti anche il secondo periodo del comma 1 dell'articolo 103 del codice della strada con le previsioni in materia di targa personale. Sottolinea che la seconda parte dell'emendamento recepisce una condizione della Commissione Bilancio volta a garantire che dall'attuazione dell'articolo non si determinino oneri per la finanza pubblica.

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO esprime parere favorevole sull'emendamento 5.7 del relatore.

La Commissione approva l'emendamento 5.7 del relatore.

Silvano MOFFA (PdL) relatore, evidenzia che l'emendamento 7.3 (vedi allegato 1) recepisce una condizione formulata dalla Commissione Bilancio, con la quale si precisa che le disposizioni in materia di proroga a due anni della validità dell'autorizzazione per circolare relativa alle macchine agricole eccezionali, si applichino alle autorizzazioni rilasciate successivamente alla data di entrata in vigore del provvedimento in esame, e si raddoppia l'importo dell'imposta di bollo, per evitare che dalle suddetti disposizioni derivino minori entrate per la finanza pubblica.

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO esprime parere favorevole sull'emendamento 7.3. del relatore.

La Commissione approva l'emendamento 7.3 del relatore.

Silvano MOFFA (PdL) relatore, fa presente che l'emendamento 13.13 (vedi allegato 1) è finalizzato a recepire l'osservazione formulata nel parere della XII Commissione (Affari sociali), in modo da prevedere che il medico che dà comunicazione al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti di una patologia che può pregiudicare l'idoneità alla guida, informi della comunicazione anche il proprio assistito.

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO esprime parere favorevole sull'emendamento 13.13 del relatore.

La Commissione approva l'emendamento 13.13 del relatore.

Silvano MOFFA (PdL) relatore, osserva che l'emendamento 15.5 (vedi allegato 1) sopprime la disposizione che prevede che le postazioni per il rilevamento della velocità siano segnalate sia con cartelli, sia con dispositivi, in considerazione delle difficoltà evidenziate da più parti, tra cui anche la polizia di Stato, di installare i dispositivi luminosi e alle conseguenze che ne potrebbero derivare in relazione alla regolare circolazione dei veicoli.

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO esprime parere favorevole sull'emendamento 15.5 del relatore.

La Commissione approva l'emendamento 15.5 del relatore.

Silvano MOFFA (PdL) relatore, evidenzia che l'emendamento 21.1 (vedi allegato 1) accoglie un'ulteriore condizione contenuta nel parere della Commissione Bilancio, finalizzata ad assicurare che dall'attuazione delle disposizioni concernenti i tempi massimi di guida dei mezzi destinati al trasporto di merci e le relative interruzioni non derivino oneri a carico della finanza pubblica.


Pag. 83

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO esprime parere favorevole sull'emendamento 21.1 del relatore.

La Commissione approva l'emendamento 21.1 del relatore.

Silvano MOFFA (PdL) relatore, fa presente che l'emendamento 23.1 (vedi allegato 1) interviene sulla disciplina di destinazione dei proventi delle multe, di spettanza dello Stato e degli enti locali, in modo da distinguere la quota destinata alla segnaletica da quella destinata all'installazione di barriere e alla sistemazione del manto autostradale. Precisa che con l'emendamento viene inoltre accolta una osservazione contenuta nel parere della Commissione Affari costituzionali, che rileva che il mancato rispetto delle finalità di utilizzo dei proventi delle sanzioni o il mancato invio della relazione che dà conto dell'utilizzo dei proventi medesimi sono condotte assai più gravi del ritardo nell'invio della suddetta relazione. Infine, osserva che è recepita una condizione della Commissione Bilancio, con cui si prevede che la destinazione dei proventi in conformità alle finalità indicate dall'articolo 23 del testo unificato ha luogo a consuntivo, attribuendo carattere di priorità ai programmi di spesa già avviati o pianificati.

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO, si rimette alla Commissione, esprimendo preoccupazione che l'esiguità delle risorse disponibili per gli interventi compresi nel Piano nazionale della sicurezza stradale.

Aurelio Salvatore MISITI (IdV) chiede chiarimenti in ordine all'emendamento 23.1 del relatore, in particolare alla priorità che viene garantita ai programmi di spesa già avviati o pianificati.

Mario VALDUCCI, presidente, precisa che sono in essere alcune iniziative, promosse dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, di cui è opportuno salvaguardare espressamente il finanziamento, previsto dalla normativa vigente a valere sui proventi delle sanzioni per violazioni del codice della strada.

Silvano MOFFA (PdL) relatore, ribadisce i contenuti dell'emendamento, sottolineando che esso è espressamente volto a destinare una specifica quota, pari ad un quarto, dei proventi delle sanzioni spettanti allo Stato alla sostituzione, all'ammodernamento e al potenziamento della segnaletica, e una quota ulteriore, pari anch'essa ad un quarto, ad interventi di installazione e potenziamento delle barriere e alla sistemazione del manto stradale. Precisa infine che la destinazione dei proventi deve essere determinata a consuntivo e che, quindi, gli interventi sopra elencati saranno a valere sulle risorse acquisite nell'anno precedente.

La Commissione approva l'emendamento 23.1 del relatore.

Silvano MOFFA (PdL) relatore, fa presente che l'emendamento 27.1 (vedi allegato 1) recepisce una condizione formulata nel parere della Commissione Bilancio, con la quale si prevede che l'amministrazione competente dia attuazione alle disposizioni recate dall'articolo 27 del testo unificato, in materia di sanzioni amministrative accessorie, nell'ambito delle risorse disponibili a legislazione vigente, senza nuovi oneri a carico della finanza pubblica.

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO esprime parere favorevole sull'emendamento 27.1 del relatore.

La Commissione approva l'emendamento 27.1 del relatore.

Silvano MOFFA (PdL) relatore, chiarisce che l'emendamento 29.2 (vedi allegato 1) recepisce le condizioni formulate nel parere della Commissione Bilancio, finalizzate, per un verso, a garantire che dagli interventi di manutenzione straordinaria delle strade, degli arredi e delle attrezzature, previsti dall'articolo 29 del testo unificato,


Pag. 84

non si determinino nuovi oneri per la finanza pubblica e, per l'altro, a chiarire che la previsione dell'obbligatorietà di tali interventi, e la conseguente modalità di rideterminazione degli incrementi tariffari per le strade e autostrade affidate in concessione si applichi alle convenzioni da stipulare successivamente alla data di entrata in vigore del testo unificato in esame. Precisa che con questo emendamento sono altresì accolte le osservazioni formulate dai pareri della Commissione Ambiente e della Commissione per le Politiche dell'Unione europea. Fa presente infine che l'emendamento precisa la formulazione della previsione degli obblighi di sostituzione della segnaletica e delle barriere, specificando che tali obblighi riguardano la segnaletica e le barriere obsolete o danneggiate.

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO esprime parere favorevole sull'emendamento 29.2 del relatore.

La Commissione approva l'emendamento 29.2 del relatore.

Silvano MOFFA (PdL) relatore, rileva che l'emendamento 35.1 (vedi allegato 1) recepisce una condizione contenuta nel parere della Commissione Bilancio, finalizzata ad assicurare che l'attuazione dell'articolo 35, che implica l'applicazione della perdita dei punti anche alle patenti rilasciate dagli Stati esteri, non determini nuovi oneri a carico della finanza pubblica.

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO esprime parere favorevole sull'emendamento 35.1 del relatore.

La Commissione approva l'emendamento 35.1 del relatore.

Silvano MOFFA (PdL) relatore, fa presente che l'emendamento 40.1 (vedi allegato 1) prevede che le disposizioni relative all'adozione di un decreto ministeriale con cui si stabiliscono criteri uniformi di omologazione e installazione di impianti semaforici che visualizzino il tempo residuo di accensione delle luci, si applichino ai nuovi impianti semaforici, decorsi sei mesi dall'adozione del decreto medesimo.

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO esprime parere favorevole sull'emendamento 40.1 del relatore.

Alessandro MONTAGNOLI (LNP) ricorda che con la disposizione in esame, inserita nel testo unificato a seguito dell'approvazione di un emendamento a propria firma, si intende evitare abusi da parte degli enti locali, che irrogano sanzioni non in ragione della tutela della sicurezza stradale, ma solo per ragioni di bilancio. Esprime quindi al propria decisa contrarietà alla proposta emendativa del relatore.

Mario VALDUCCI, presidente, rileva che la proposta emendativa del relatore recepisce integralmente una condizione contenuta nel parere espresso dalla Commissione Bilancio, che nelle premesse evidenzia che l'entrata in vigore immediata della disposizione del testo unificato avrebbe comportato un rilevante onere finanziario per i comuni, che avrebbero dovuto provvedere alla sostituzione degli impianti semaforici.

Alessandro MONTAGNOLI (LNP) ricorda che la disposizione contenuta nel testo unificato non prevede un'entrata in vigore immediata, ma demanda ad un decreto ministeriale, da emanarsi sentita la Conferenza Stato-città ed autonomie locali, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge, la definizione delle caratteristiche per l'omologazione e l'installazione dei dispositivi finalizzati a visualizzare il tempo residuo di accensione delle luci dei semafori.

Settimo NIZZI (PdL) osserva che, a suo giudizio, non è necessaria la sostituzione degli impianti semaforici, bensì un intervento volto a dotare gli impianti


Pag. 85

dei dispositivi di temporizzazione. Prospetta altresì una riformulazione del- l'emendamento in modo tale da differire di un anno l'entrata in vigore delle disposizioni contenute nell'articolo 40.

Aurelio Salvatore MISITI (IdV) osserva che la condizione posta dalla Commissione Bilancio è volta ad evitare il verificarsi di situazioni di difficoltà nei bilanci degli enti locali; ritiene che, anche senza recepire alla lettera tale condizione, potrebbe essere individuata una riformulazione dell'articolo in esame che assicuri il conseguimento della medesima finalità.

Vincenzo GAROFALO (PdL) osserva che la disposizione in esame, pur prevedendo una spesa a valere sul bilancio dello Stato, farebbe venir meno una pratica diffusa tra gli enti locali, non conforme agli obiettivi della sicurezza stradale.

Mario VALDUCCI, presidente, precisa che la condizione della Commissione Bilancio è volta a garantire il rispetto dell'articolo 81, quarto comma della Costituzione e che nella premessa del parere si evidenzia che la disposizione deve trovare applicazione solo con riferimento ai nuovi impianti semaforici, per evitare che si determinino nuovi o maggiori oneri a carico degli enti locali.

Alessandro MONTAGNOLI (LNP) ricorda che nella giornata di ieri la Regione Veneto ha emanato una circolare ai comuni, che fissa il tempo minimo di durata del giallo semaforico in otto secondi, al fine di evitare l'irrogazione indebita di multe da parte dei comuni. Rileva che in assenza di un intervento legislativo nazionale su un tema così delicato, le regioni saranno indotte ad adottare interventi sostitutivi, come già accaduto nel caso del Veneto. Segnala infine che una modifica sostanziale dei contenuti dell'articolo in esame potrebbe indurre il proprio gruppo a rivedere la disponibilità a sostenere la richiesta di trasferimento del testo unificato in sede legislativa.

Silvano MOFFA (PdL), relatore, ricorda che si è pervenuti, dopo un lungo e delicato lavoro, per il quale ringrazia i colleghi deputati, gli uffici e le strutture del Ministero che hanno prestato la loro collaborazione, alla stesura di un testo molto elaborato e complesso. Sottolinea che nel testo si è cercato di accogliere le proposte formulate dai gruppi parlamentari, ivi comprese numerose proposte avanzate dal gruppo della Lega Nord. Osserva che l'esame del provvedimento da parte dell'Assemblea potrebbe portare all'approvazione di modifiche tali da alternarne in modo sostanziale i contenuti.

Mario VALDUCCI, presidente, propone quindi di mettere in votazione la proposta emendativa del relatore, riservandosi di approfondire il dibattito sulla questione nel prosieguo dell'esame del provvedimento.

La Commissione approva l'emendamento 40.1 del relatore.

Mario VALDUCCI, presidente, ricorda che nella seduta di ieri è stato accantonato, su richiesta del rappresentante del Governo, l'emendamento 2.2.

Silvano MOFFA (PdL), relatore, avverte di aver predisposto una riformulazione del proprio emendamento 2.2 (vedi allegato 1) con la quale si demanda ad un decreto ministeriale l'individuazione dei servizi di pubblico interesse di cui può essere data segnalazione lungo i percorsi autostradali.

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO esprime parere favorevole sull'emendamento del relatore 2.2 come riformulato.

La Commissione approva l'emendamento 2.2 del relatore (nuova formulazione).

Alessandro MONTAGNOLI (LNP) evidenzia l'opportunità di inserire nel testo in esame alcuni interventi sulla disciplina


Pag. 86

sull'autotrasporto, relativi sia all'autotrasporto in conto terzi sia in conto proprio.

Il sottosegretario Bartolomeo GIACHINO, ricordando quanto già evidenziato informalmente al termine della seduta di ieri, ribadisce l'importanza della responsabilità condivisa, prevista dalla riforma attuata con il decreto legislativo n. 286 del 2005. A tale proposito rileva che la disciplina relativa alle sanzioni recata dal testo unificato in riferimento agli autotrasportatori non richiama espressamente le disposizioni di cui agli articoli 7, 7-bis e 8 del citato decreto legislativo. Ritiene pertanto opportuna una modifica di tali disposizioni, che faccia espressamente salvo quanto previsto in materia di responsabilità condivisa dalla normativa da lui richiamata.

Mario VALDUCCI, presidente, segnala l'opportunità di un confronto della Commissione con le associazioni di categoria degli autotrasportatori, anche al fine di acquisire elementi utili per l'ulteriore elaborazione del provvedimento in esame. Ritiene altresì che la proposta formulata dal rappresentante del Governo possa essere accolta in una fase successiva dell'esame del provvedimento.
Avverte quindi che, se non vi sono obiezioni, la Presidenza si intende autorizzata al coordinamento formale del testo, come risultante dagli emendamenti approvati dalla Commissione.

La Commissione concorda.

Mario VALDUCCI, presidente, avverte altresì che, conformemente ad un intendimento emerso più volte sia in sede di Ufficio di presidenza integrato dai rappresentanti dei gruppi sia nel corso dell'esame del provvedimento, sul testo, come risultante dagli emendamenti approvati dalla Commissione (vedi allegato 2), sarà richiesto il trasferimento in sede legislativa, una volta che sia stata verificata la sussistenza delle condizioni previste ai sensi dell'articolo 92 del Regolamento della Camera. Fa presente che la Presidenza provvederà pertanto, a richiedere sollecitamente il prescritto assenso del Governo.
Nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia quindi il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 10.

INDAGINE CONOSCITIVA

Mercoledì 20 maggio 2009. - Presidenza del presidente Mario VALDUCCI.

La seduta comincia alle 14.35.

Indagine conoscitiva sul sistema aeroportuale italiano

Audizione di rappresentanti dell'Italian Board Airline Representatives (IBAR).
(Svolgimento e conclusione).

Mario VALDUCCI, presidente, avverte che la pubblicità dei lavori sarà assicurata, oltre che mediante l'attivazione dell'impianto audiovisivo a circuito chiuso, anche attraverso la trasmissione televisiva sul canale satellitare della Camera dei deputati.
Introduce, quindi, l'audizione.

Faisal A AL-SADDIK, presidente dell'Italian Board Airline Representatives (IBAR), Nick BROUGH, responsabile pubbliche relazioni dell'Italian Board Airline Representatives (IBAR), Massimo GIORDANO, rappresentante legale dell'Italian Board Airline Representatives (IBAR) svolgono una relazione sui temi oggetto dell'audizione.

Interviene quindi per porre quesiti e formulare osservazioni Mario VALDUCCI, presidente.

Lucy GIUSTI, segretario generale dell'Italian Board Airline Representatives (IBAR), fornisce ulteriori precisazioni.


Pag. 87

Mario VALDUCCI, presidente, ringrazia i rappresentanti dell'Italian Board Airline Representatives (IBAR) per il loro intervento.
Dichiara quindi conclusa l'audizione.

La seduta termina alle 15.05.

N.B.: Il resoconto stenografico della seduta è pubblicato in un fascicolo a parte.

ATTI DEL GOVERNO

Mercoledì 20 maggio 2009. - Presidenza del presidente Mario VALDUCCI.

La seduta comincia alle 15.15.

Proposta di nomina di Giovanni Lorenzo Forcieri a presidente dell'Autorità portuale di La Spezia.
Nomina n. 37.
(Seguito dell'esame, ai sensi dell'articolo 143, comma 4, del regolamento, e conclusione - Parere favorevole).

La Commissione prosegue l'esame della proposta di nomina all'ordine del giorno, rinviato nella seduta del 14 maggio 2009.

Mario VALDUCCI, presidente, ricorda che nella seduta del 14 maggio scorso il relatore aveva proposto di esprimere parere favorevole sulla proposta di nomina all'ordine del giorno.

La Commissione procede alla votazione per scrutinio segreto sulla proposta di parere favorevole del relatore.

Mario VALDUCCI, presidente, comunica il risultato della votazione:
Presenti 25
Votanti 25
Maggioranza 13
Hanno votato 25
(La Commissione approva).

Mario VALDUCCI, presidente, avverte che comunicherà il parere favorevole testé espresso alla Presidenza della Camera, ai fini della trasmissione al Governo.

Hanno preso parte alla votazione i deputati: Boffa, Bonavitacola, Fiano, Antonino Foti, Garofalo, Ginefra, Iapicca, Laratta, Lovelli, Melandri, Meta, Misiti, Morassut (in sostituzione di Giorgio Merlo), Nicco, Nizzi, Andrea Orlando (in sostituzione di Enzo Carra), Pili (in sostituzione di Bergamini), Rampi (in sostituzione di Cardinale), Rossa (in sostituzione di Pierdomenico Martino), Sisto (in sostituzione di Piso), Toto, Tullo, Valducci, Velo e Zunino (in sostituzione di Gentiloni Silveri).

La seduta termina alle 15.30.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 15.30 alle 15.40.