Camera dei deputati - XVI Legislatura - Dossier di documentazione (Versione per stampa)
Autore: Servizio Bilancio dello Stato
Altri Autori: Servizio Commissioni
Titolo: (AC 4135) Ratifica ed esecuzione del Protocollo di modifica della Convenzione tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Federazione russa per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio e per prevenire le evasioni fiscali, con Protocollo Aggiuntivo, del 9 aprile 1996, fatto a Lecce il 13 giugno 2009
Riferimenti:
AC N. 4135/XVI     
Serie: Note di verifica    Numero: 291
Data: 30/03/2011
Descrittori:
DOPPIA IMPOSIZIONE SUI REDDITI   EVASIONI FISCALI
RATIFICA DEI TRATTATI   RUSSIA
Organi della Camera: III-Affari esteri e comunitari
V-Bilancio, Tesoro e programmazione

 


Camera dei deputati

XVI LEGISLATURA

 

 

 

 

 

 

 

 

Verifica delle quantificazioni

 

 

 

A.C. 4135

 

Ratifica del Protocollo di modifica della Convenzione Italia-Russia per evitare le doppie imposizioni e per prevenire le evasioni fiscali

 

 

 

 

 

 

 

N. 291 – 30 marzo 2011

 

 


 

La verifica delle relazioni tecniche che corredano i provvedimenti all'esame della Camera e degli effetti finanziari dei provvedimenti privi di relazione tecnica è curata dal Servizio Bilancio dello Stato.

La verifica delle disposizioni di copertura, evidenziata da apposita cornice, è curata dalla Segreteria della V Commissione (Bilancio, tesoro e programmazione).

L’analisi è svolta a fini istruttori, a supporto delle valutazioni proprie degli organi parlamentari, ed ha lo scopo di segnalare ai deputati, ove ne ricorrano i presupposti, la necessità di acquisire chiarimenti ovvero ulteriori dati e informazioni in merito a specifici aspetti dei testi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SERVIZIO BILANCIO DELLO STATO – Servizio Responsabile

( 066760-2174 / 066760-9455 – * bs_segreteria@camera.it

 

SERVIZIO COMMISSIONI – Segreteria della V Commissione

( 066760-3545 / 066760-3685 – * com_bilancio@camera.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Estremi del provvedimento

 

A.C.

 

4135

Titolo breve:

 

Ratifica ed esecuzione del Protocollo di modifica della Convenzione tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Federazione russa per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio e per prevenire le evasioni fiscali, con Protocollo Aggiuntivo, del 9 aprile 1996, fatto a Lecce il 13 giugno 2009.

 

Iniziativa:

 

 

 

Commissione di merito:

 

 

Relatore per la

Commissione di merito:

 

 

Tempestini

Gruppo:

 

Relazione tecnica:

 

 

 

 

 

 

Parere richiesto

 

Destinatario:

 

 

Oggetto:

 

 

 


INDICE

 

 

ARTICOLI da 1 a 4 del Protocollo.. 3

Modifiche al testo della Convenzione vigente. 3



PREMESSA

Il disegno di legge in esame autorizza la ratifica del Protocollo di modifica della Convenzione, del 9 aprile 1996[1], tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Federazione russa per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio e per prevenire le evasioni fiscali, sottoscritto a Lecce il 13 giugno 2009.

Il testo originario del provvedimento (A.S. 2170), approvato senza modifiche dal Senato, è corredato di relazione tecnica.

 

 

VERIFICA DELLE QUANTIFICAZIONI

 

ARTICOLI da 1 a 4 del Protocollo

Modifiche al testo della Convenzione vigente

Le norme dispongono quanto segue:

·        Articolo I: interviene a modificare il campo di applicazione oggettivo della Convenzione, espungendo dall’elenco delle “imposte considerate” in riferimento all’Italia l’Ilor e l’imposta su patrimonio netto delle imprese, entrambe non più in vigore, ed inserendo l’IRAP;

·        Articolo II: introduce una modifica di carattere formale inserendo la corretta denominazione del Ministero dell’economia e delle finanze;

·        Articolo III: sostituisce, integrandolo, l’articolo 27 della Convenzione vigente, riguardante lo scambio di informazioni tra gli Stati contraenti. Il contenuto dell’articolo è reso conforme agli standard OCSE in materia, ampliando le capacità di cooperazione tra i due Stati e prevedendo, in particolare, il superamento del segreto bancario;

·        Articolo IV: riguarda l’entrata in vigore del Protocollo che assumerà efficacia in entrambi gli Stati al compiersi dello scambio delle notifiche degli strumenti di ratifica previsti dagli ordinamenti nazionali.

 

La relazione tecnica afferma che nessuna delle modifiche introdotte appare suscettibile di generare flussi di gettito per l’erario italiano. Si ritiene, quindi, che il complesso delle disposizioni non comporti alcun effetto sui saldi di finanza pubblica.

 

Nulla da osservare al riguardo.   

 

 

 

 

 



[1] Ratificata in Italia ai sensi della legge n. 370 del 1997.