stampa
Legislatura XVII

Proposta emendativa 1.108. in Assemblea riferita al C. 1012-A

Proposta emendativa pubblicata nell'Allegato A della seduta del 18/06/2013  [ apri ]
1.108.

  Al comma 1, dopo la lettera c) aggiungere la seguente:
   c-bis) fabbricati di cui all'articolo 13, comma 3, lettera b), del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, e successive modificazioni, dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, a seguito degli eventi di cui all'articolo 2, comma 1, lettera c), della legge 24 febbraio del 1992, n. 225, per i quali sia stato deliberato lo stato di emergenza di cui all'articolo 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225. Se il soggetto passivo d'imposta abbia provveduto al versamento della prima rata dell'imposta municipale propria di cui all'articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con modificazioni dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, ha diritto ad un credito d'imposta pari alla somma versata. Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, da emanare entro 30 giorni dalla data di conversione del presente decreto, sono adottate le modalità per usufruire del credito d'imposta.

  Conseguentemente, al comma 4:
   sostituire le parole:
18,2 milioni con le seguenti: 19,2 milioni;
   sostituire le parole: 5,1 milioni con le seguenti: 6,1 milioni.