Frontespizio Relazione

Nascondi n. pagina

Stampa

PDL 9-A-bis

XVII LEGISLATURA

CAMERA DEI DEPUTATI

   N. 9-200-250-273-274-349-369-404-463-494-525-604-606-647-707-794-836-886-945-1204-1269-1443-2376-2495-2794-A-bis



 

Pag. 1

PROPOSTE DI LEGGE

n. 9, D'INIZIATIVA POPOLARE

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, recante nuove norme sulla cittadinanza

Presentata alla Camera dei deputati nella XVI legislatura il 6 marzo 2012 e mantenuta all'ordine del giorno ai sensi dell'articolo 107, comma 4, del Regolamento

n. 200, d'iniziativa dei deputati

DI LELLO, DI GIOIA, LOCATELLI, PASTORELLI

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, recante nuove norme sulla cittadinanza

Presentata il 15 marzo 2013
 

Pag. 2

n. 250, d'iniziativa dei deputati

VENDOLA, MIGLIORE, AIELLO, AIRAUDO, BOCCADUTRI, FRANCO BORDO, COSTANTINO, DI SALVO, DURANTI, DANIELE FARINA, CLAUDIO FAVA, FERRARA, FRATOIANNI, GIANCARLO GIORDANO, KRONBICHLER, LACQUANITI, LAVAGNO, MARCON, MATARRELLI, MELILLA, NARDI, NICCHI, PAGLIA, PALAZZOTTO, PANNARALE, PELLEGRINO, PIAZZONI, PILOZZI, PIRAS, PLACIDO, QUARANTA, RAGOSTA, RICCIATTI, SCOTTO, SMERIGLIO, ZAN

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, recante nuove norme sulla cittadinanza

Presentata il 15 marzo 2013

n. 273, d'iniziativa del deputato BRESSA

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, recante nuove norme sulla cittadinanza

Presentata il 15 marzo 2013

n. 274, d'iniziativa del deputato BRESSA

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di cittadinanza dei minori nati da genitori stranieri

Presentata il 15 marzo 2013
 

Pag. 3

n. 349, d'iniziativa dei deputati

PES, GOZI, PELUFFO, SCALFAROTTO

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di acquisto e di concessione della cittadinanza

Presentata il 19 marzo 2013

n. 369, d'iniziativa del deputato ZAMPA

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di cittadinanza dei minori nati da genitori stranieri

Presentata il 20 marzo 2013

n. 404, d'iniziativa dei deputati

CAPARINI, GIANLUCA PINI, GIOVANNI FAVA, MOLTENI, FEDRIGA, MATTEO BRAGANTINI, GRIMOLDI, ALLASIA, BORGHESI, BUSIN, CAON, MARCOLIN, PRATAVIERA, RONDINI

Modifica all'articolo 12 della legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di revoca della cittadinanza

Presentata il 21 marzo 2013

n. 463, d'iniziativa dei deputati

BERSANI, CHAOUKI, SPERANZA, KYENGE, ROBERTA AGOSTINI, AMODDIO, ANTEZZA, ASCANI, BARUFFI, BASSO, BELLANOVA, BENI, BERRETTA, BIFFONI, BINI, BIONDELLI, BLAZINA, BOBBA, BOCCI, BOCCIA, BOLOGNESI, BONOMO, MICHELE BORDO, BRAGA, BRUNO BOSSIO, CAPODICASA, CARRA, CARROZZA, CENNI, COCCIA, COPPOLA, COSCIA, DAL MORO, DAMIANO, MARCO DI MAIO, D'INCECCO, FABBRI, GIANNI FARINA, FEDI, FERRANTI, FIANO, CINZIA MARIA FONTANA, GADDA, GASBARRA, GASPARINI,
 

Pag. 4

GHIZZONI, GINEFRA, GIORGIS, GIULIETTI, GNECCHI, GRASSI, LORENZO GUERINI, IACONO, TINO IANNUZZI, LENZI, LEONORI, LODOLINI, MADIA, MAESTRI, MANZI, MARANTELLI, MARCHI, MARIANI, MARIANO, MARTELLA, MARTELLI, MARZANO, MICCOLI, MOGHERINI, MOGNATO, MONACO, MONGIELLO, MOSCATT, MURA, MURER, NACCARATO, NARDUOLO, PASTORINO, PATRIARCA, SALVATORE PICCOLO, GIUDITTA PINI, PISTELLI, QUARTAPELLE PROCOPIO, RACITI, RAMPI, REALACCI, RICHETTI, ROCCHI, ROMANINI, ROSATO, ROSTAN, SANI, SCANU, SCUVERA, SERENI, TARANTO, TENTORI, TIDEI, TULLO, VELO, VERINI, VILLECCO CALIPARI, ZAMPA, ZAPPULLA, ZARDINI, ZOGGIA

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di acquisto della cittadinanza

Presentata il 21 marzo 2013

n. 494, d'iniziativa del deputato VACCARO

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, recante nuove norme sulla cittadinanza

Presentata il 25 marzo 2013

n. 525, d'iniziativa dei deputati

MARAZZITI, SANTERINI, REALACCI, BOBBA, VERINI, BINETTI, CATANIA, ANTIMO CESARO, FAUTTILLI, GALGANO, GIGLI, MATARRESE, MOLEA, NISSOLI, SBERNA, SCHIRÒ PLANETA, TINAGLI, VECCHIO, VEZZALI

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, recante nuove norme sulla cittadinanza

Presentata il 25 marzo 2013
 

Pag. 5

n. 604, d'iniziativa dei deputati

FEDI, PORTA, LA MARCA, GARAVINI, GIANNI FARINA, ROSATO, VALERIA VALENTE, BENAMATI, D'INCECCO, NISSOLI

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di riacquisto della cittadinanza

Presentata il 29 marzo 2013

n. 606, d'iniziativa dei deputati

LA MARCA, GARAVINI, PORTA, FEDI, GIANNI FARINA, ROTTA, BINDI, FERRARI, BELLANOVA, VERINI, BRAGA, DONATI

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di riacquisto della cittadinanza da parte delle donne che l'hanno perduta a seguito del matrimonio con uno straniero e dei loro discendenti

Presentata il 29 marzo 2013

n. 647, d'iniziativa dei deputati

CARUSO, GIGLI, PASTORELLI, RABINO, SOTTANELLI

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, recante nuove norme sulla cittadinanza

Presentata il 4 aprile 2013

n. 707, d'iniziativa del deputato GOZI

Disciplina della cittadinanza

Presentata il 10 aprile 2013
 

Pag. 6

n. 794, d'iniziativa dei deputati

BUENO, MERLO, BORGHESE

Modifica all'articolo 1 della legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di reintegrazione della cittadinanza in favore delle donne che l'hanno perduta a seguito del matrimonio con uno straniero e dei loro discendenti

Presentata il 17 aprile 2013

n. 836, d'iniziativa dei deputati

CARUSO, CARELLA, GIGLI, MAGORNO, RABINO, SOTTANELLI

Introduzione dell'articolo 17-quater della legge 5 febbraio 1992, n. 91, concernente il riacquisto della cittadinanza da parte degli italiani emigrati all'estero e dei loro discendenti

Presentata il 23 aprile 2013

n. 886, d'iniziativa dei deputati

PORTA, OTTOBRE, BUENO, MERLO, GIANNI FARINA, FEDI, GARAVINI, GNECCHI, LA MARCA

Modifica all'articolo 1 della legge 14 dicembre 2000, n. 379, concernente il riconoscimento della cittadinanza italiana alle persone nate e già residenti nei territori appartenuti all'Impero austro-ungarico e ai loro discendenti

Presentata il 7 maggio 2013
 

Pag. 7

n. 945, d'iniziativa del deputato POLVERINI

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di cittadinanza

Presentata il 14 maggio 2013

n. 1204, d'iniziativa dei deputati

SORIAL, DADONE, AGOSTINELLI, ALBERTI, ARTINI, BALDASSARRE, BARBANTI, BARONI, BASILIO, BATTELLI, BECHIS, BENEDETTI, MASSIMILIANO BERNINI, PAOLO BERNINI, NICOLA BIANCHI, BONAFEDE, BRESCIA, BRUGNEROTTO, BUSINAROLO, BUSTO, CANCELLERI, CARIELLO, CARINELLI, CASO, CASTELLI, CATALANO, CECCONI, CHIMIENTI, CIPRINI, COLLETTI, COLONNESE, COMINARDI, CORDA, COZZOLINO, CRIPPA, CURRÒ, DA VILLA, DAGA, DALL'OSSO, D'AMBROSIO, DE LORENZIS, DE ROSA, DELLA VALLE, DELL'ORCO, DI BATTISTA, DI BENEDETTO, LUIGI DI MAIO, MANLIO DI STEFANO, DI VITA, DIENI, D'INCÀ, D'UVA, FANTINATI, FICO, FRACCARO, FRUSONE, GAGNARLI, GALLINELLA, LUIGI GALLO, GRILLO, CRISTIAN IANNUZZI, L'ABBATE, LIUZZI, LOREFICE, LUPO, MANNINO, MANTERO, MARZANA, MICILLO, MUCCI, NESCI, NUTI, PARENTELA, PESCO, PETRAROLI, PISANO, PRODANI, RIZZETTO, RIZZO, ROSTELLATO, RUOCCO, SCAGLIUSI, SEGONI, SIBILIA, SPADONI, SPESSOTTO, TERZONI, TOFALO, TONINELLI, TRIPIEDI, TURCO, VACCA, SIMONE VALENTE, VIGNAROLI, VILLAROSA

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di cittadinanza per nascita e di acquisto della cittadinanza

Presentata il 14 giugno 2013

n. 1269, d'iniziativa dei deputati

MERLO, BORGHESE

Modifica all'articolo 1 della legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di reintegrazione della cittadinanza in favore delle donne che l'hanno perduta a seguito del matrimonio con uno straniero e dei loro discendenti

Presentata il 25 giugno 2013
 

Pag. 8

n. 1443, d'iniziativa del deputato CENTEMERO

Modifica all'articolo 219 della legge 19 maggio 1975, n. 151, in materia di riacquisto della cittadinanza da parte delle donne e dei loro discendenti che l'hanno perduta a seguito del matrimonio con uno straniero

Presentata il 30 luglio 2013

n. 2376, d'iniziativa del deputato BIANCONI

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di acquisizione della cittadinanza

Presentata il 14 maggio 2014

n. 2495, d'iniziativa del deputato DORINA BIANCHI

Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di acquisto, concessione e riacquisto della cittadinanza

Presentata il 26 giugno 2014

n. 2794, d'iniziativa dei deputati

FITZGERALD NISSOLI, GITTI, PICCHI, ABRIGNANI, ADORNATO, AIRAUDO, ALFREIDER, ALLASIA, ALLI, ALTIERI, AMATO, AMENDOLA, AMODDIO, ANTEZZA, ANZALDI, ARCHI, ARLOTTI, ARTINI, ASCANI, ATTAGUILE, BALDASSARRE, BARBANTI, BARONI, BASSO, BATTAGLIA, BAZOLI, BENAMATI, BERGAMINI, BERGONZI, BERLINGHIERI, BERNARDO, BERSANI, DORINA BIANCHI, BIANCOFIORE, BIANCONI, BIASOTTI, BINETTI, BOCCADUTRI, PAOLA BOLDRINI, BOMBASSEI, FRANCO BORDO, BORGHESE, BORGHESI, BORGHI, BOSCO, BOSSA, BOSSI, MATTEO BRAGANTINI, PAOLA BRAGANTINI, BRANDOLIN, BRUNETTA,
 

Pag. 9

BRUNO, BUENO, BURTONE, BUSIN, BUTTIGLIONE, CALABRÒ, CAMANI, CANI, CAON, CAPARINI, CAPELLI, CAPEZZONE, CAPODICASA, CAPONE, CAPUA, CARBONE, CARELLA, CARFAGNA, CARIELLO, CARRA, CARRESCIA, CARUSO, FRANCO CASSANO, CASTIELLO, CASTRICONE, CATALANO, CATANIA, CATANOSO GENOESE, CAUSIN, CENSORE, CENTEMERO, CERA, ANTIMO CESARO, LUIGI CESARO, CHAOUKI, CHIARELLI, CIMBRO, CIMMINO, CIPRINI, CIRACÌ, CIRIELLI, COCCIA, COPPOLA, COVA, COVELLO, COZZOLINO, CRIMÌ, CUPERLO, CURRÒ, D'AGOSTINO, D'ALIA, DAMBRUOSO, D'ARIENZO, DE MITA, DELLAI, DI GIOIA, DI LELLO, DI SALVO, FABRIZIO DI STEFANO, MARCO DI STEFANO, D'INCECCO, DISTASO, D'OTTAVIO, EPIFANI, FABBRI, FAENZI, FALCONE, FAMIGLIETTI, FANTINATI, DANIELE FARINA, GIANNI FARINA, FAUTTILLI, FAVA, FEDI, FEDRIGA, FIANO, FRAGOMELI, FUCCI, FURNARI, FUSILLI, GADDA, GALGANO, CARLO GALLI, GIAMPAOLO GALLI, RICCARDO GALLO, GALPERTI, GANDOLFI, GARAVINI, GAROFALO, GAROFANI, GEBHARD, GELLI, GIAMMANCO, GIGLI, GINOBLE, GIANCARLO GIORDANO, ALBERTO GIORGETTI, GIANCARLO GIORGETTI, GNECCHI, GRIMOLDI, GIUSEPPE GUERINI, GUIDESI, IACONO, CRISTIAN IANNUZZI, INVERNIZZI, LA MARCA, LA RUSSA, LABRIOLA, LAFFRANCO, LAINATI, LATRONICO, LIBRANDI, LO MONTE, LOCATELLI, LODOLINI, LONGO, MAGORNO, MAIETTA, MANCIULLI, MANZI, MARAZZITI, MARCHETTI, MARCOLIN, MARCON, MARGUERETTAZ, MARIANI, MAROTTA, MARTELLA, MARTI, ANTONIO MARTINO, MARZANO, MATARRELLI, MATARRESE, MATTIELLO, MAZZIOTTI DI CELSO, MAZZOLI, MELILLA, GIORGIA MELONI, MERLO, MINARDO, MISIANI, MOLEA, MOLTENI, MONCHIERO, MONGIELLO, MORETTO, MOSCATT, MOTTOLA, MUCCI, MURER, NARDUOLO, NASTRI, NESI, NICCHI, NICOLETTI, NIZZI, OCCHIUTO, OLIARO, OLIVERIO, OTTOBRE, PAGANI, PAGANO, PAGLIA, PALESE, PALMA, PALMIERI, PALMIZIO, PANNARALE, PARRINI, PASTORELLI, PASTORINO, PATRIARCA, PELILLO, PELLEGRINO, PETRENGA, PETRINI, PICCIONE, PICCOLI NARDELLI, SALVATORE PICCOLO, PICCONE, PIEPOLI, PILI, PILOZZI, GIANLUCA PINI, GIUDITTA PINI, PINNA, PIRAS, PISANO, PISICCHIO, PISO, PIZZOLANTE, PLANGGER, POLIDORI, POLLASTRINI, POLVERINI, PORTA, PRATAVIERA, PRESTIGIACOMO, PREZIOSI, PRODANI, QUARTAPELLE PROCOPIO, QUINTARELLI, RABINO, RACITI, RAGOSTA, RAMPELLI, RAMPI, RAVETTO, RIBAUDO, RIGONI, RIZZETTO, ROCCELLA, ROCCHI, ROMANINI, ANDREA ROMANO, FRANCESCO SAVERIO ROMANO, ROMELE, RONDINI, ROSATO, PAOLO ROSSI, ROSTAN, ROSTELLATO, ROTONDI, SALTAMARTINI, SAMMARCO, FRANCESCO SANNA, GIOVANNA SANNA, SANNICANDRO, SANTELLI, SANTERINI, SARRO, ELVIRA SAVINO, SBERNA, SBROLLINI, SCANU, SCHIRÒ, SCHULLIAN, SCOPELLITI, SCOTTO,
 

Pag. 10

SCUVERA, SEGONI, SGAMBATO, SIMONETTI, SIMONI, SOTTANELLI, SQUERI, TABACCI, TACCONI, TANCREDI, TERROSI, TINAGLI, TOTARO, TURCO, VACCARO, VALENTINI, VARGIU, VAZIO, VECCHIO, VELLA, VENITTELLI, VENTRICELLI, VERINI, VEZZALI, VILLECCO CALIPARI, VITELLI, ZACCAGNINI

Modifica all'articolo 17 della legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di riacquisto della cittadinanza da parte dei soggetti nati in Italia da almeno un genitore italiano, che l'hanno perduta a seguito di espatrio

Presentata il 22 dicembre 2014

(Relatore di minoranza: LA RUSSA)
 

Pag. 11


      

torna su
Onorevoli Colleghi! La cittadinanza definisce la condizione di appartenenza di un individuo ad uno Stato, con i diritti e i doveri che tale relazione comporta; è uno status al quale l'ordinamento giuridico di un Paese riconosce la pienezza dei diritti civili e politici di appartenenza a una data nazione, un corpus con una propria identità e una propria e peculiare storia.
      Il concetto di cittadinanza è nato in Occidente con la polis greca ed è stato poi ripreso dal diritto romano, che lo ha definitivamente qualificato sia come il segno di appartenenza alla civitas in quanto comunità politica, sia come la fonte di particolari prerogative, nonché di doveri contributivi e militari. Sia nell'antica Grecia che in epoca romana la cittadinanza si trasmette per filiazione, attraverso lo ius sanguinis, cioè il diritto del sangue.
      Sul piano giuridico, allo ius sanguinis, imperniato sull'elemento della discendenza e della filiazione, si contrappone l'acquisto della cittadinanza in base al mero criterio della nascita sul territorio, vale a dire il principio dello ius soli.
      Nel nostro Paese la legge 5 febbraio 1992, n. 91, che disciplina la materia della cittadinanza in seguito all'abrogazione della legge 555/1912, indica il principio dello ius sanguinis come unico mezzo di acquisto della stessa al momento della nascita, relegando l'acquisto della cittadinanza alla nascita in forza dello ius soli alle ipotesi eccezionali di figli di ignoti, di bambini apolidi, o di figli che non seguono la cittadinanza dei genitori.
      Pertanto l'introduzione nel nostro ordinamento dello ius soli, seppur in forma temperata, rappresenta una rivoluzione culturale, figlia dei mutamenti che stanno interessando la nostra società.
      È innegabile, infatti, che i cambiamenti sociali e demografici in atto nel nostro Paese ormai da almeno un paio di decenni, ci impongono alcune riflessioni: i bambini nati in Italia da genitori stranieri sono ormai migliaia frequentano le nostre scuole, parlano la nostra lingua, studiano la nostra storia, e alcuni di loro già frequentano le nostre Università.
      A nostro avviso, tuttavia, l'attribuzione della cittadinanza sulla base del mero requisito della nascita sul territorio nazionale non può e non deve rappresentare la regola ma bensì deve continuare ad essere un'eccezione, finalizzata all'integrazione di questi bambini che dovranno, tuttavia, abbinare alla nascita in Italia un percorso di crescita e di istruzione che si concluda con il completamento della scuola dell'obbligo.
      Lo ius soli deve quindi essere coniugato allo ius culturae, e solo l'esistenza di entrambi questi requisiti dovrebbe permettere l'ottenimento a pieno titolo della cittadinanza. Il semplice fatto di nascere in Italia, infatti, non può garantire la cittadinanza; la possibilità di diventare italiani dovrà riguardare quei bambini nati e cresciuti in Italia e con residenza stabile sul nostro territorio, tenendo conto dell'effettivo radicamento delle famiglie di questi nuovi cittadini nel territorio ospitante.
      L'automatismo di un meccanismo di concessione della cittadinanza potrà, quindi, a nostro avviso intervenire solo in una seconda fase. Alla nascita, infatti, ai genitori sarà riconosciuta la facoltà di optare per l'ottenimento della cittadinanza dei propri bambini al compimento del sedicesimo anno di età, in concomitanza con il termine della scuola dell'obbligo. In quel momento il giovane diventerà automaticamente cittadino.
      Il coniugamento tra ius soli e ius culturae si rende altresì indispensabile al fine di evitare abusi simili a quelli verificatisi con le procedure di matrimonio, celebrate in cambio di denaro al solo fine di ottenere la cittadinanza da parte di alcuni
 

Pag. 12

soggetti. Agli stessi fini sarebbe doveroso anche precisare che la madre del bambino nato in Italia da genitori stranieri dovrà essere stata regolarmente presente sul territorio per almeno i dodici mesi antecedenti la data del parto.
      In conclusione, il percorso così delineato, con l'acquisto automatico della cittadinanza al compimento dei sedici anni con il completamento della scuola dell'obbligo, permette a questi giovani di affrontare la maggiore età godendo della cittadinanza a pieno titolo, e permetterà a coloro i quali si trovino costretti a scegliere tra la cittadinanza di due diversi Paesi una scelta consapevole in merito a quale vorranno mantenere.

Ignazio LA RUSSA,
Relatore di minoranza.


Frontespizio Relazione
torna su