Frontespizio Relazione Progetto di Legge

Nascondi n. pagina

Stampa

PDL 2471

XVII LEGISLATURA

CAMERA DEI DEPUTATI

   N. 2471



 

Pag. 1

PROPOSTA DI LEGGE

d'iniziativa dei deputati

PRATAVIERA, FEDRIGA, ALLASIA, ATTAGUILE, BORGHESI, BOSSI, BUSIN, CAON, CAPARINI, GIANCARLO GIORGETTI, GRIMOLDI, GUIDESI, MARCOLIN, MARGUERETTAZ, MOLTENI, GIANLUCA PINI, RONDINI, SIMONETTI

Disposizioni in materia di cessione di ferie da parte dei lavoratori in favore di colleghi con figli disabili o affetti da gravi malattie

Presentata il 19 giugno 2014


      

torna su
Onorevoli Colleghi! Il 30 aprile scorso il Senato francese ha approvato definitivamente una legge che permette ai lavoratori di cedere parte delle proprie ferie ai colleghi che hanno bisogno di stare accanto ai figli malati. È stata chiamata «legge Mathys», dal nome del bambino di dieci anni scomparso nel 2012 a causa di un tumore al fegato e la cui storia di solidarietà ha dato il via all’iter legislativo.
      Nel 2008 al bambino è diagnosticato il male e nel giro di poco tempo il padre, Christophe Germain, dipendente dello stabilimento Badoit Saint Galmier, una cittadina nella regione della Loira, ha esaurito i permessi per stare accanto a suo figlio. Così i colleghi hanno deciso di rinunciare alle ferie che ciascuno aveva in «portafoglio», riuscendo a cedergli ben 170 giorni di RTT (reduction du temps de travail), che hanno consentito a Christophe di rimanere vicino al figlio fino al giorno della sua morte. Lo stesso Christophe si è poi battuto per rendere legale questa semplice pratica di solidarietà e ora la legislazione francese riconosce il gesto di solidarietà tra colleghi di cedere giorni di riposo a beneficio sia dei lavoratori del settore pubblico che di quelli del settore privato, purché il collega che ne beneficerà li utilizzi per accudire un figlio minore colpito da malattia grave o vittima di un grave incidente.
 

Pag. 2


      Non vogliamo essere da meno degli europei d'oltralpe e per questo riteniamo la presente iniziativa legislativa un atto dovuto nei riguardi dei tanti lavoratori con figli affetti da patologie gravi.
      Nel rispetto del terzo comma dell'articolo 36 della Costituzione, che sancisce il diritto del lavoratore «al riposo settimanale e a ferie annuali», l'articolo unico della presente proposta di legge intende riconoscere al dipendente la facoltà di cedere in forma anonima e previo accordo con il datore di lavoro, fino al 50 per cento dei giorni di riposo maturati in favore del collega con un figlio di età inferiore a venti anni affetto da malattia o disabilità grave ovvero vittima di un grave incidente.
      Convinti dell'importanza che tale proposta di legge riveste, ne auspichiamo una rapida approvazione.
 

Pag. 3


torna su
PROPOSTA DI LEGGE

Art. 1.

      1. In ottemperanza al diritto del lavoratore al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite di cui al terzo comma dell'articolo 36 della Costituzione, un dipendente può, su sua richiesta e in accordo con il datore di lavoro, cedere anonimamente e senza contropartita fino al 50 per cento dei giorni di riposo maturati e non utilizzati, in favore di un collega con un figlio di età inferiore a 20 anni, affetto da grave malattia, o da handicap grave ai sensi dell'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, ovvero vittima di un incidente di gravità tale da rendere indispensabile una presenza e cure costanti.


Frontespizio Relazione Progetto di Legge
torna su